Incontro di poesia con Corrado Belfiore

Giovedì 17 novembre, presso la sala del Bovindo di Villa Gianetti, Corrado Belfiore ha presentato la sua quarta raccolta poetica Cocci di vita.

La serata ha evocato nei presenti sensazioni, riflessioni ed echi diversi e particolari, così come sono le individualità che vi hanno partecipato. Merito, indubbiamente delle liriche toccanti e universali del poeta, ma molto anche degli organizzatori dell’evento. L’avvocato Silvio Mazza, nelle vesti di presentatore e commentatore, si è interrogato sui significati profondi dell’opera poetica dell’amico Corrado, guidando gli ascoltatori a condividerli con lui che, con Belfiore, ha in comune la terra e la professione. Gli avvocati Flamary Biolè e Angelo Proserpio per l’occasione si sono fatti lettori e, ancor di più, interpreti dei versi del poeta grazie ad un pathos che ha effuso nella sala un silenzio palpabile di emozioni.

L’attenzione del pubblico è stata distolta dalle poesie solo nel momento degli intermezzi musicali, in cui il dottor Venuto ha diffuso piacevoli note al pianoforte.

La musica, assieme all’atmosfera di amicizia e di gioia che i presentatori hanno saputo creare, e soprattutto l’affetto dei partecipanti, hanno visibilmente commosso Corrado.

Le parole conclusive della serata, che sono spettate a lui, hanno omaggiato un altro grande uomo, il dottor Agostino Vanelli, medico e figura di alta statura morale, scolpito nella memoria di tutti i cittadini saronnesi che l’hanno conosciuto.

Un’ora intensa, dunque, durante la quale ognuno tra i presenti ha potuto trovare una qualche affinità d’animo con il poeta.

MGB


673 visite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *